h1

Voci strozzate

25 March, 2008

Sono oltre 20 i giornalisti uccisi in Russia da quando Putin è al potere, 47 dal 1992. Solo nel 2007, i caduti a livello mondiale perchè procacciatori di verità scomode sono stati 65. Per trovare dati peggiori negli ultimi quindici anni bisogna tornare indietro al 1994, dove con i conflitti in Yugoslavia e Ruanda, furono in tutto 66 le voci strozzate (www.cpj.org). L’assassinio di due giornalisti russi la scorsa settimana riporta a galla un tema che vede la luce, ahimè, solo quando accade il fattaccio. Quello della libertà di stampa, della forza della denuncia, dell’autonomia di indagine. Oppure in occasione di anniversari celebri, come quello della morte di Anna Politkovskaya, il 7 ottobre, in occasione del quale fioriscono iniziative in ricordo di una figura simbolo del dissenso contro gli “strapoteri”. Chiediamoci allora del perchè l’agenda dei media riprende una tematica così tragicamente allarmante solo quando sono loro stessi l’oggetto della repressione.

Gli assassini di Ilyas Shurpayev e Gadzhi Abashilov, avvenuti giovedì e sabato scorso, entrambi esperti sulla questione della provincia autonoma del Daghestan, rispecchiano perfettamente l’atmosfera che si deve respirare nella Federazione Russa. Da qualche anno ormai gli esecutori non fanno neanche lo sforzo di mascherare le morti come suicidi o incidenti. Shurpayev è stato trovato nel suo appartamento di Mosca con una cintura al collo e il torace lacerato da diverse coltellate. Abashilov è stato crivellato di colpi all’interno della sua macchina, in Daghestan. Anna, freddata a colpi di pistola sull’uscio di casa a Mosca. E così via. È palese dunque l’aria di impunità che vige oggi in Russia. Un’aria in cui un’assassino è praticamente certo di farla franca. E se sono le istituzioni a dover definire il contesto di lavoro, allora quello russo rispecchia proprio quello del suo (ex) presidente: fu proprio lui infatti un anno e mezzo fa estremamente lento e distaccato nel commentare la morte di Anna.

Aspettiamo il prossimo morto per riparlarne?

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: